Incontro con sorpresa – SECONDA PARTE

– [Continua dalla prima parte] –

Non ha finito di parlare che eravamo già in cammino.

L’abbiamo seguita in camera da letto senza perdere tempo.

Era come se l’avessimo sempre fatto.

Sandra mi è saltata addosso spogliandomi degli ultimi vestiti che ancora

indossavo.

Suo marito, nel frattempo, le tolse quei pochi indumenti intimi che aveva

conservato.

Io e Sandra eravamo completamente nudi.

Rimaneva Claudio.

L’ho aiutato a togliersi la maglietta e Sandra, sempre ridendo, si è

inginocchiata davanti a lui per sfilargli i boxer.

Claudio aveva un cazzo semi-rigido.   Continua a leggere Incontro con sorpresa – SECONDA PARTE

Incontro con sorpresa – Prima parte

 

Ero al volante della macchina, ma avevo difficoltà a concentrarmi nella guida. Stavo finalmente per incontrare Sandra. Era già parecchio tempo che ci frequentavamo via e-mail. Quella mattina avevo consultato la posta elettronica con la speranza di trovare un suo messaggio. Con sorpresa leggo il suo invito a prendere un caffè insieme. Ero ubriaco dall’eccitazione. Sarebbe stata come avevo immaginato? Le nostre e-mail sarebbero state un preludio di quello che sarebbe accaduto? Era pronta a tradire il marito?  Non sapevo cosa aspettarmi da quell’incontro. Era ormai parecchio tempo che condividevamo le nostre fantasie ed i nostri desideri più intimi, ed una volta avevamo persino conversato al telefono. Ricordo di essere stato incantato dalla sua voce dolce e sensuale mentre mi raccontava i suoi desideri più intimi. Il mio cuore batteva talmente forte che temevo scoppiasse. Ero riuscito ad arrivare al luogo previsto per il nostro appuntamento. Continua a leggere Incontro con sorpresa – Prima parte

Al mare – Tradimenti

Sono al mare comodamente stesa al sole accanto a mio marito.

All’improvviso noto che gli si sono accesi i radar…

Gli uomini hanno una capacità unica di individuare le belle donne nel

raggio di Km…

La cosa un po’ mi infastidisce, ma finché si limita a guardare non ci sono

grossi problemi.

Finalmente vedo cosa ha attirato la sua attenzione: sei tu, stai avanzando

nella nostra direzione.

Indossi un copricostume che lascia intravedere il tuo corpo splendido…

Cammini e i fianchi oscillano in modo sensuale, il seno sobbalza ad ogni

passo.

Ti fermi all’ombrellone accanto al nostro.

Lui decide di infilarsi gli occhiali da sole: così può godersi meglio lo

spettacolo.

Questa volta però decido di indossarli anch’io… voglio proprio guardarti

bene.  Continua a leggere Al mare – Tradimenti

La sua sborra tutta per me

 

 

Mi chiamo Clara, e lavoro ormai da quasi un anno con Massimo. E questa estate l’ho incontrato chissà per quale ragione nello stesso ed identico posto in cui abitualmente andavo in vacanza. In realtà era lì solo di passaggio, e sapendo delle mie vacanze piuttosto abitudinarie, mi venne a trovare, con mio grande piacere.

 

 

Tra l’altro io ero sola, in verità c’erano solo degli amici, con cui mi vedevo la sera. Ma poi nient’altro. Siamo stati in spiaggia a parlare per moltissimo tempo, e spesso non mi mancava l’occasione di sfiorarmi la passera, cercando di non mostrarlo. Effettivamente la mancanza di un uomo si faceva sentire, era da un mese che non scopavo, ed era già un bel disastro per me. Ma non mi era proprio sfiorata l’idea di poter fare l’amore con Massimo. Tra l’altro era anche fidanzato. Avevo un costume color panna, di due pezzi. Invece lui aveva un pantaloncino di quelli aderenti. Decidemmo di andare a fare un giro, seguendo la riva. E man mano che andavamo avanti, ci rendemmo conto che la spiaggia era sempre più deserta. Frequentata magari solo da qualche ragazza che predeva il sole senza il pezzo di sopra del costume.   Continua a leggere La sua sborra tutta per me

Il massaggio

La cena scivolò via veloce e noiosa come le sue parole, ravvivata solo dai
lampi che sprizzavano dai suoi occhi verdi.
Ci trovammo, camminando svogliatamente, su un piccolo spiazzo alberato
della passeggiata a picco sul mare.
Non si accorse neppure che la invitavo
a sedersi per guardare il mare: il cielo era stellato, il profumo del mare
si confondeva col suo lento e ritmico borbottio e il grosso ramo di pino
marittimo sembrava avvolgerci, scuro nastro posto sull’orizzonte a
confondere cielo e mare e a nasconderci dalla luce del lampione. Continua a leggere Il massaggio

Il fornitore di sperma

Stavo nel college, senza soldi, cercando qualsiasi occupazione che sanasse

la mia situazione economica.

L’annuncio che trovai sul giornale era strano:

“Si cercano giovani per club che fornisce l’assaggio di specialità

insolite. Paga eccellente, orario flessibile, nessuna vendita. Chiamare

per colloquio personale”

La parte che attirò la mia attenzione fu “nessuna vendita”.

Avevo avuto l’impressione che in tutti gli annunci in cui si parlava di

orario flessibile si volesse intendere vendita porta a porta: cosa che

avevo provato alcune volte, perdendo un sacco di tempo e senza alcun

guadagno.

Quando chiamai il numero rispose una gentile voce femminile. Continua a leggere Il fornitore di sperma

Il marinaio

Era lì, in tutta la sua bellezza, con la divisa e il cappello, appoggiato
al solito muro.
Era un marinaio, e come ogni giorno era lì che mi aspettava.
Io passavo per di là per andare alla fermata del pullman, e lui era sempre
lì e mi fissava, con quel suo sguardo, così profondo che me lo sentivo
dentro.
Ogni volta che passavo davanti a lui, mi sentivo sciogliere dai suoi
occhi, mi sentivo spogliare, toccare e mi eccitava da morire.
Era così bello, così affascinante … sensuale.  Continua a leggere Il marinaio

Liana e mia cugina – Incesto & Thresome

 

Mi svegliato dall’odore del caffè che arrivava in camera mia, mi alzai dal
letto e dopo aver indossato un paio di pantaloncini mi recai in cucina, li
trovai mia cugina, indossava una camicia semitrasparente che arrivava
appena a coprirle le natiche e per metà sbottonata.
Mi avvicinai da dietro e l’abbracciai, le detti un bacio sul collo e le
presi le tette fra le mani, subito i capezzoli le si eressero mentre lei
cominciò a muovere il culetto strusciandolo sul mio cazzo che subito alzò
la testa, lo tirai fuori dai pantaloni e glielo infilai fra le gambe,
iniziai a muovermi sfregandoglielo sulla passera. Continua a leggere Liana e mia cugina – Incesto & Thresome

La cosa più divina è scopare la cugina – Incesto

 

Mi chiamo Fabio ed ho una cugina da sballo Claudia, che dire fica è poco. Alta circa 1,65, castana scura ,due tette grandi e dure,un culetto che sembra ti dica “benvenuto” e molto simpatica. Cazzo, quando sono con lei ,mi eccito come una bestia.
Partiamo dall’inizio. Inizio estate dell’anno scorso con le nostre rispettive famiglie andiamo in villeggiatura al mare, solita casetta divisa fra noi,con un unico problema,solo tre camere da letto; quindi una per i miei genitori,una per i suoi genitori e l’ultima per noi,me e mia cugina. Fino a qualche anno fa non me ne fregava niente,anzi.Ma quell’anno i miei ormoni erano come impazziti. Una fica stupenda dormiva nella mia camera, di fianco a me, < tanto siete come fratello e sorella -dicono loro-…> ma non lo siamo!! ( preciso che forse sarebbe finita così anche se lo fossimo stati ). Continua a leggere La cosa più divina è scopare la cugina – Incesto

Estate a Cancun

Era finalmente arrivato il periodo delle vacanze, atteso con ansia, per
scacciare tutto lo stress accumulato negli ultimi mesi.
Con alcuni amici decidemmo di prenotare a Capo San Lucas e partimmo una
settimana dopo. Il viaggio è stato abbastanza traumatico, non tanto il
volo trans oceanico, ma il volo interno Messicano…
La città offriva ogni cosa, l’avevamo subito rinominata in ‘piccola
Rimini’, ma gli Americani la facevano veramente da padroni.
Erano passati un paio di giorni e stanco di fare la bistecca al sole,
decisi di fare una passeggiata lungo la spiaggia.
Avevo camminato per un pò e vidi una ragazza, dai capelli rossicci e dal
corpo armonioso parlare con alcune persone Continua a leggere Estate a Cancun

Una mamma apprensiva

 

“Io sono Giuliano, ho compiuto da qualche mese i 18 anni e non mi lamento come me la passo, avendo sino ad oggi ben alternato il dovere ed il piacere, lo studio e lo spasso. A scuola avrei potuto avere rendimenti migliori, più vicini alle aspettative della mia famiglia, ma me la sono sempre cavata, sia pure accontentandomi della sufficienza.
Stavo preparando gli orali della maturità scientifica e non ne potevo veramente più. Studiavo giorno e notte, per recuperare i vistosi vuoti di preparazione accumulati in un anno nel quale ero stato più svogliato e sfaccendato del solito. Ma la maturità non potevo mancarla, e non solo per non deludere i miei, ma soprattutto perché non vedevo l’ora di uscire dalle aule liceali e di iscrivermi all’università: altra aria, altra libertà, altra vita!
Da due settimane smazzavo senza concedermi pause, niente distrazioni, e anche i miei coglioni stavano cominciando a risentirne. Abituati ad essere svuotati almeno una volta al giorno soffrivano per la prolungata astinenza cui li avevo obbligati a causa di quella maledetta maturità. Continua a leggere Una mamma apprensiva

Racconti erotici per tutti

Buonasera a tutti, mi presento:

 

Sono Lyla, la perversa amministratrice di questo fantastico blog. Vi racconterò poco su di me, per ora sappiate che le mie categoria preferite sono

Qui potrete trovare racconti erotici di tutti i tipi!

 

  • Etero
  • Gay
  • Orgia
  • Trio
  • Trans
  • Incesto
  • Sottomissione
  • Dominazione

 

Sbizzarritevi  😉